molti anni dopo…

Di cose incomprensibili, di misteri, leggendo le lapidi antiche se ne incontrano spesso e questa lapide ne é un esempio.

1860:1877 ??Anghiari*Domenico Buoncompagni morì nel 1860, ma la lapide con tutto il suo dolente compianto,  ha la data 1877… chissà perché.

L’epitaffio non lo spiega : nell’enfasi  abituale del tempo non si trova la spiegazione ma piuttosto qualche svarione come “l’arrida” mano e ancora di più il “mutuo” sepolcro…

“dileguò negli eterni misteri”

e come la pensava Ubaldo Chiocci? Di certo era agnostico se  “dileguò negli eterni misteri” e non ci sono segni religiosi…

+santi germi dell'avveniremedico insigne letterato valente – anima consolatrice – ad ogni sana libertà fedele
il dott. cav. prof. UBALDO CHIOCCI
nato in Gubbio da nobilissima famiglia – il 23 agosto 1853
dileguò negli eterni misteri – il 31 marzo 1920

Ammonendo – la fraternità umana –
e i santi germi dell’avvenire- sorgere – dalla sola scienza ravvivata dall’ideale.

Quale era l’ideale? E quali i santi germi dell’avvenire… era il 1920:   forse era il socialismo o forse si sbagliava