una fede d’altri tempi: quella mazziniana

 In queste elezioni è sparito il Partito Repubblicano che già da tempo non era più lui, diciamo.
In una terra come quella marchigiana, dove la tradizione repubblicana e ancora più mazziniana sono state così forti sembra quasi impossibile. Infatti non c’è cimitero dove non si trovi qualche lapide in cui la FEDE mazziniana viene proclamata con orgoglio.

mazzinianoCopier.jpeg come questo bel monumento dedicato a

  A Ettore Gambarara
milite fervidissimo
 dell’idea repubblicana
la democrazia
1909

 

 

o quest’altro dedicato a 

Francesco Budassi
di fede mazziniana con illibata coscienza
nel foro nella cattedra  nel comune nella provincia in parlamento
sostenne il diritto dei lavoratori il progresso la giustizia
il bene compiuto ne perpetua il nome che rifulge
esempio mirabile
di carattere adamantino gentile
animato di bontà devoto al dovere

il Budassi.JPG

Chi ha scritto questo epitaffio era così preso dallo scopo di parlare degli ideali e delle qualità politiche di Francesco Budassi  che si è completamente dimenticato di dire quando è vissuto… In fondo gli eroi sono eterni e poi.. ci soccorre Wikipedia

la vera nobiltà

Nei cimiteri più antichi di città antiche c’é molto rispetto per la propria storia: qui siamo a Urbino, nel cimitero civico che sorge accanto alle tombe dei duchi di Montefeltro: se non é nobile questo!!

Ed è proprio qui che ho trovato questo bel monumento garibaldino1-1.jpegdedicato a un popolàno, un uomo del popolo che ha questo come titolo onorifico, ma che é stato mazziniano e ha combattuto con Garibaldi.

Insomma nobiltà vera!

L’epitaffio dice

“Nazzareno Londei
Popolano
Propugnatore tenace
del pensiero repubblicano
nella fede mazziniana
visse e morì.
Volontario seguì Garibaldi
nelle campagne
per l’unità e la libertà
della patria”

un mazziniano

mazziniano.jpeg

Un altro che redette negli ideali mazziniani, che ha vissuto tutta la vita nella loro luce… quanti mazziniani nei cimiteri delle Marche.

Idealisti,