sull’isola dorme il poeta…

Kazantz.

È l’epitaffio di un poeta scritto da lui stesso e dunque che sia bello non è strano, ma questo sulla tomba di Nikos Kazantzakis (1883-1957) che si trova nell’isola di Creta è davvero degno di essere letto e anche ricordato per la sua straordinaria  profondità. In italiano dice:

“Non desidero niente / Non temo niente / Sono libero”

Ho conosciuto questo bell’epitaffio perché è ricamato sulla maglietta che ho comprato in Grecia. Uno shopping una volta tanto intelligente che mi ha spinto a cercare la storia di questo testo e del suo autore

2474684948

un partigiano

in quasi tutti i cimiteri del centro Italia, anche i più piccoli, si trovano lapidi dedicate a partigiani; questa mi sembra abbastanza speciale: é del 1944, proprio poche settimane dopo la liberazione di questa zona da parte delle truppe alleate.

Sono commoventi le parole dei suoi compagni, che si rammaricano che non abbia potuto esere lì con loro, “nel giorno desiderato in cui la libertà saluta la rotta dei suoi nemici”il partigiano.jpg

partigiani

DSCN0095_190.JPGUn po’ dovunque, nei cimiteri e sui muri delle città, ci sono lapidi che ci ricordano che la libertà, di cui stiamo facendo così cattivo uso, é costata tante vite e tanta sofferenza.

Tradito da “iniqui fratelli”  nel cimiterino sotto la cima del Monte Grappa o nel centro di Montepulciano, la stessa sete.m.pulciano part.jpg