sull’isola dorme il poeta…

Kazantz.

È l’epitaffio di un poeta scritto da lui stesso e dunque che sia bello non è strano, ma questo sulla tomba di Nikos Kazantzakis (1883-1957) che si trova nell’isola di Creta è davvero degno di essere letto e anche ricordato per la sua straordinaria  profondità. In italiano dice:

“Non desidero niente / Non temo niente / Sono libero”

Ho conosciuto questo bell’epitaffio perché è ricamato sulla maglietta che ho comprato in Grecia. Uno shopping una volta tanto intelligente che mi ha spinto a cercare la storia di questo testo e del suo autore

2474684948

vita mia bella…

Un epitaffio molto originale, forse unico, che denuncia da solo la propria origine e non solo per la lingua in cui è scritto:

Schermata 2017-07-20 alle 08.50.07

“Vita mia bella sei stata corta ma mi sei piaciuta assai”

Niente rimpianti, niente rammarico… davvero poteva essere solo qui, sopra la teca che contiene le ceneri di Pasquale Rey. È a Ischia, nel bellissimo cimitero di Lacco Ameno, dentro l’antica Torre Aragonese.

Sembra un riassunto della filosofia del vivere napoletano, che forse non è solo uno stereotipo

Schermata 2017-07-20 alle 08.50.21