senza il vaccino…

Nei cimiteri più antichi ogni tanto si legge qualche epitaffio che ci ricorda che di queste malattie si muore, si moriva; di solito sono molto antiche e  dopo una certa epoca non se ne trovano più…

Speriamo di non dover ricominciare.

vajolo0715_3952

Gisleno Amori / studente di ingegneria /  nella università di Pisa / per eccellenza di ingegno e d’animo / caro a tutti /  morto di vajolo /  il 15 aprile 1872…

i numerosi figli superstiti…

numerosi figli

Un cimitero di montagna, a Sefro, in una stretta valle appartata e solitaria dell’Appennino umbro marchigiano… L’epitaffio Di Costantino Calamante e Agnese Gabrielli dice molto di più di quanto c’è scritto.

“I numerosi figli supestiti (sic!), Don Angelo, Quinto, Egidio, Giuseppe, Francesco, Oliva e Laura  con affetto imperituro…”

I superstiti sono sette… una famiglia già così numerosissima eppure altri ce ne erano stati… Il paese dove si trova la lapide è sempre stato piuttosto povero e una famiglia così numerosa forse non avrà avuto tanto da scialare… E, a quell’epoca, la mortalità infantile era un balzello tragico da pagare alla vita dura di stenti.

E in fondo forse in quel “numerosi figli supestiti” c’è un po’ la soddisfazione di avercela fatta e di aver potuto anche dedicare ai genitori questa lapide e questo epitaffio.

E accanto la lapide di uno dei “numerosi figli” superstiti, don Angelo…

DSCN0830_1010 copia

qui dorme un popolano…

A Urbino, sulla collina diffronte alla città, accanto alla cappella delle tombe dei duchi, c’è un cimitero di quelli che conservano le memorie della gente che qui ha passato e concluso la sua vita. Naturalmente molti sono gli epitaffi interessanti e qualcuno è unico come questo di  Nazzareno Londei che curiosamente  si definisce POPOLANO.

popolano

Ma dopo questa dichiarazione di modestia ecco che appare una vita spesa per i propri ideali

“Propugnatore tenace / del pensiero repubblicano / nella fede di Mazzini / visse e morì /

Volontario seguì Garibaldi / nelle campagne  / per l’unità e per la libertà /  della Patria.

garibaldino1

Sul retro dell’obelisco il ricordo della moglie Teresa e sul basamento una targa col nome George Washington Bellabarba: chissà forse colui che ha voluto questo monumento, però che nome!

Washington1